www.sothra.it

il tuo limite è l’infinito

Grecia – Le Meteore, un’esperienza imperdibile a un passo dal cielo

A proposito della Grecia…Ti hanno mai detto cosa rende le Meteore un’esperienza imperdibile? Hai già in agenda di andare in Grecia? Certo, questo meraviglioso paese dalla cultura millenaria è nei programmi di ogni viaggiatore o già nel suo diario di viaggio.

Senza le Meteore… che Grecia è?

Tra tutti i luoghi meravigliosi della penisola ellenica, tra tutte le destinazioni strepitose, i luoghi dove acquistare souvenir affascinanti, templi di epoca classica, fare shopping nei piccoli centri dell’artigianato locale, mangiare le specialità greche e bere ouzo; tra tutte queste meravigliose esperienze da fare in Grecia (tra cui non dimentichiamo il mare), potrai dire di aver visto il meglio della Grecia senza aver visitato le Meteore? Bah…

Meteore un'esperienza imperdibileMeteore: un’esperienza imperdibile

Innanzi tutto di cosa parliamo? In greco si scrive Μετέωρα, traslitterato, appunto Metéora. Letteralmente si traduce “in mezzo all’aria”, sospeso nel cielo. Ed è proprio la descrizione perfetta di questo luogo immancabile sul tuo itinerario, in cui titanici pilastri  e torri naturali di roccia ospitano luoghi di culto, chiese e monasteri tra le nuvole.

Suggestivo? Molto di più. Proprio la particolarità e l’unicità delle Meteore ne fa una delle mete preferite  e immancabili dagli scalatori di tutto il mondo. Fino a un recentissimo passato, in effetti, la cima si raggiungeva arrampicandosi, oppure attraverso un sistema di carrucole e di scalette a pioli. Niente paura. Oggi ci sono “comode” scale in muratura o scavate nella roccia, che si inerpicano fin sopra e permettono un accesso, se non facile, perlomeno non impossibile.

Consigli utili per visitare le Meteore

Se un’avventura tra le Meteore è nei vostri piani, vi offriamo alcuni consigli utili e qualche dritta. Innanzi tutto, il posto migliore dove soggiornare per visitare le meteore è Kastraki. Se camminare non è un problema o addirittura vi piace, si può fare l’intero anello dei monasteri a piedi. C’è la strada asfaltata, non è ripida; l’intero percorso da Kastraki è di circa 8-10 chilometri. Per chi ha voglia di fare un po’ di vero trekking, esiste anche un sentiero che collega alcuni dei monasteri.

le Meteore un'esperienza imperdibile

Come potete immaginare dalle stupende immagini che circolano per il web, per raggiungere i monasteri bisogna fare un bel po’ di scalini. Se non siete allenati, accuserete un po’ di dolore alle gambe il giorno dopo. No pain, no gain! In effetti, raggiungere la cima di questi luoghi non è roba per tutti. Se avete difficoltà a muovervi, cambiate destinazione. Però pensateci bene, visitare le Meteore richiede un po’ di sforzo ma è un’esperienza che ricorderete per sempre.

Ci sono le guide turistiche?

Trattandosi di un luogo di culto, non esiste un servizio di guida turistica dedicato, come in Italia, in cui anche nei luoghi sacri si trovano guide multilingua.ai monasteri/enti del turismo come avviene da noi nei luoghi di culto importanti a cura dei nostri clericali multilingue. I monaci si fanno vedere raramente e comunque non parlano inglese. Più facilmente, qualche parola di italiano…. Solo qualche parola di italiano. Procuratevi una guida, prima del viaggio se, quando sarete lì, volete sapere cosa state ammirando. Le meteore possono davvero un’esperienza straordinaria se vi organizzate per bene.

le Meteore un'esperienza imperdibile

Esperienza irrinunciabile: la liturgia delle Meteore.

A parte la vista mozzafiato e l’eccentricità dei monasteri, avrete la possibilità di assistere alla liturgia. Cosa che rende le Meteore un’esperienza imperdibile, se avete voglia fare un bagno di cultura del luogo. Ma tenete conto che il rito è lungo: dura quasi due ore. Nel periodo della Pasqua ci sono anche le liturgie serali. Non vi sognate di attardarvi… guadagnate l’uscita prima dell’inizio del rituale perché le porte poi si chiudono e non potete più uscire fino alla fine! Tra i riti, c’è anche la possibilità di assistere ad una celebrazione (19:30-21:00) a Kalambaka nell’antica chiesa bizantina, bellissima. La visita ad ogni monastero dura al massimo un’ora. Di solito l’affollamento non è eccessivo, anche in alta stagione, ma è comunque consigliabile di andarci la mattina non troppo tardi, tipo verso le 9:00.

Quali Meteore visitare?

Dei 24 monasteri originari, molti sono visitabili. Solo 6 sono ancora straordinariamente intatti: Gran Meteora, o monastero della Trasfigurazione, che è il più grande e non ve lo dovreste perdere; il Sacro Monastero di Varlaam; Roussanou o Santa Barbara, che fu fondato intorno alla metà del XVI secolo e decorato intorno al 1650; Agios Nikolaos, del ‘500 e decorato da un pittore cretese; Agios Stefanos ; Aghia Triada, situato su uno strapiombo, costruito nel 1475 e in seguito ristrutturato.

le Meteore un'esperienza imperdibile

Gran Meteora

Il monastero di Ypapanti, poi, è accessibile percorrendo un sentiero che ha origine presso il monastero di Grande Meteora. Gli affreschi in stile macedone sono straordinari e tra le rappresentazioni, una delle più belle rappresenta san Nilo inginocchiato che prega la Vergine.

Il consiglio dei viaggiatori che ci sono stati è di partire con Gran Meteora, che è il luogo più battuto dai turisti. È il monastero più grande offre una vista mozzafiato dal terrazzo esterno su Varlam e sugli altri monasteri.

Internamente si trova un bel museo sulle guerre di indipendenza e sulla resistenza all’attacco italiano del 1940. Se avete fiato, spostatevi verso le altre cime e… un consiglio da viaggiatori esperti: bevete tanta acqua!

Informazioni preziose

Attenzione, per entrare nei monasteri abitati da monache, sono obbligatori i pantaloni lunghi per gli uomini. Ma cos’è questo piccolo sforzo di fronte a questa visita straordinaria alle meteore, un’esperienza imperdibile e indimenticabile per davvero!

Scriveteci e raccontateci i vostri viaggi a sothrainfo@gmail.com