Sothra - Infiniti modi di viaggiare

Generic selectors
Exact matches only
Search in title
Search in content
Post Type Selectors

Un giorno ad Istanbul: cosa fare, cosa vedere

Ideale per

Lovers - Coppia
Family - Famiglia

Un giorno ad Istanbul: Cosa fare, cosa vedere e a cosa fare attenzione

 

L’inizio della giornata a Sultanahmet

Appena giunti a Istanbul, la città dove Oriente e Occidente si incontrano, è impossibile non sentire un fremito di eccitazione. Visitare Istanbul in un giorno è praticamente impossibile ma, se volete vedere le attrazioni principali, vi consigliamo di muovervi rapidamente. Dirigetevi verso il cuore pulsante del quartiere di Sultanahmet. Questo quartiere storico è il punto di partenza perfetto per esplorare le meraviglie di Istanbul.

 

L'inizio della giornata a Sultanahmet

 

Mattina tra le icone di Istanbul

Arrivati a Sultanahmet Meydanı, vi troverete circondati da secoli di storia. La piazza è il crocevia di alcuni dei monumenti più iconici di Istanbul. La vostra prima tappa è la Moschea Blu, conosciuta anche come Sultan Ahmet Camii. Questa moschea, costruita all’inizio del XVII secolo durante il regno del sultano Ahmed I, è un capolavoro dell’architettura islamica. Con la sua grande cupola centrale e sei minareti, la Moschea Blu domina lo skyline della città. All’interno, rimarrete colpiti dalle oltre 20.000 piastrelle in ceramica di Iznik, principalmente di colore blu, che adornano le pareti e i soffitti, conferendo all’edificio il suo nome e una bellezza straordinaria.

Visitare la Moschea Blu richiede un certo grado di rispetto e consapevolezza culturale. È un luogo di culto attivo, quindi è importante vestirsi adeguatamente: le spalle e le ginocchia devono essere coperte, e le donne devono indossare un velo che copra il capo. All’ingresso, potrete trovare scialli e coperture da utilizzare se non siete adeguatamente vestiti. La moschea è chiusa ai visitatori durante i momenti di preghiera, che si svolgono cinque volte al giorno, quindi pianificate la vostra visita di conseguenza. Per ulteriori dettagli leggi il nostro articolo dedicato.

Dopo aver ammirato la Moschea Blu, attraversate la piazza Sultanahmet Meydanı per raggiungere un altro simbolo di Istanbul: la Basilica di Santa Sofia, o Aya Sofya in turco. Questa magnifica struttura ha una storia ricca e complessa. Originariamente costruita come basilica cristiana nel 537 d.C. per volere dell’imperatore bizantino Giustiniano, Santa Sofia fu trasformata in moschea nel 1453 dopo la conquista ottomana di Costantinopoli. Nel 1935, Atatürk la trasformò in museo, e nel 2020 è ritornata ad essere una moschea. L’interno di Santa Sofia è un tripudio di bellezza architettonica e artistica, con i suoi mosaici bizantini che raccontano storie di fede e di potere. Le enormi cupole, i mosaici dorati e le calligrafie islamiche si fondono armoniosamente, creando un’atmosfera unica.

Non lontano dalla Basilica di Santa Sofia, a circa due minuti a piedi, si trova la Basilica Cisterna, uno dei luoghi più affascinanti e insoliti di Istanbul. Questo antico deposito d’acqua sotterraneo, costruito nel 532 d.C. sotto l’impero di Giustiniano, veniva utilizzato per rifornire il Grande Palazzo di Costantinopoli. Oggi, la Cisterna è aperta al pubblico, e visitarla è come entrare in un mondo sommerso e misterioso. Scendendo una scala di pietra, vi troverete in un vasto spazio sotterraneo sostenuto da 336 colonne di marmo, disposte in file simmetriche. L’acqua riflette le colonne e il soffitto a volta, creando un’atmosfera magica. Tra le colonne, non perdetevi le due teste di Medusa, scolpite e riutilizzate come base di colonne.

 

Mattina tra le icone di Istanbul

 

Un pomeriggio tra storia e mercati

Dopo una mattinata densa di emozioni e meraviglie architettoniche, è tempo di fare una pausa per il pranzo. Istanbul offre una vasta gamma di opzioni culinarie, dai ristoranti eleganti alle semplici locande di quartiere. Potete scegliere di assaporare un kebab in uno dei locali storici di Sultanahmet, oppure provare il meze, una serie di piccoli piatti che includono specialità come hummus, dolma (foglie di vite ripiene) e börek (pasta sfoglia ripiena). Il ristorante Sultanahmet Köftecisi è famoso per le sue polpette di carne, mentre Tarihi Sultanahmet Koftecisi offre un’esperienza tradizionale turca con una varietà di piatti locali.

Con lo stomaco pieno e le energie rinnovate, dirigetevi verso il Palazzo Topkapi, situato a breve distanza a piedi. Questo maestoso palazzo, che si estende su quattro cortili principali e diversi edifici, era la residenza dei sultani ottomani per circa 400 anni. La visita al Palazzo Topkapi vi porterà in un viaggio attraverso la storia ottomana, tra lussi e segreti di corte. L’ingresso principale vi conduce attraverso il primo cortile, un ampio giardino dove si trovano l’ex zecca e la chiesa di Hagia Irene, ora un museo. Proseguendo, entrerete nel secondo cortile, dove si trovano la cucina imperiale e il Divan, l’area amministrativa del palazzo.

L’Harem, una delle parti più affascinanti del palazzo, richiede un biglietto separato e merita assolutamente una visita. Qui vivevano il sultano, la sua famiglia e il suo seguito di concubine e servitori. Le stanze sono decorate con bellissimi mosaici e vetrate colorate, che riflettono la vita lussuosa e segreta di corte. Non perdete il Tesoro Imperiale, dove sono esposti alcuni dei gioielli più preziosi del mondo, tra cui il famoso Pugnale del Topkapi e il Diamante Kasicki da 86 carati.

Dopo aver esplorato le meraviglie del Palazzo Topkapi, è il momento di immergersi nell’atmosfera vibrante e caotica del Gran Bazaar. Questo mercato coperto, uno dei più grandi e antichi del mondo, è un labirinto di strade e vicoli pieni di negozi che vendono di tutto, dai tappeti e le ceramiche ai gioielli e le spezie. Contrattare è una parte fondamentale dell’esperienza di shopping al Gran Bazaar, quindi non esitate a negoziare i prezzi per ottenere il miglior affare possibile. Passeggiando tra le bancarelle, lasciatevi sedurre dai colori e dai profumi, e prendetevi il tempo per sorseggiare un tè turco offerto dai commercianti.

 

Istanbul tra modernità e tradizione

 

La serata tra modernità e tradizione

Con il calar della sera, è tempo di esplorare il lato moderno di Istanbul. Dirigetevi verso il quartiere europeo e raggiungete la Torre di Galata. Questa torre medievale, costruita nel 1348 dai genovesi, offre una vista panoramica impareggiabile sulla città. Salite fino in cima e ammirate il panorama che si estende sul Bosforo, la Penisola Storica e il Corno d’Oro. Il tramonto visto dalla Torre di Galata è uno spettacolo indimenticabile, con il cielo che si tinge di sfumature dorate e rosate mentre le luci della città iniziano a brillare.

Per la cena, Beyoğlu è il luogo ideale. Questo quartiere è famoso per la sua vivace vita notturna e offre una vasta gamma di ristoranti, caffè e bar. Potete scegliere un ristorante con vista sul Bosforo, dove gustare piatti della cucina turca moderna e tradizionale. Uno dei piatti da non perdere è il manti, piccoli ravioli ripieni di carne serviti con yogurt e salsa all’aglio. Altrettanto delizioso è il lahmacun, una sorta di pizza turca sottile condita con carne macinata, pomodori, cipolle e spezie.

Se preferite un’esperienza più informale, potete optare per un piccolo locale che serve street food turco. Assaporare un dürüm, una sorta di kebab avvolto in una piadina, o una porzione di midye dolma, cozze ripiene di riso speziato, mentre passeggiate lungo Istiklal Caddesi, una delle principali arterie pedonali di Istanbul, è un modo perfetto per concludere la giornata.

 

Consigli pratici per una giornata perfetta

Visitare Istanbul in un solo giorno richiede una pianificazione attenta. Muoversi a piedi è l’opzione migliore, soprattutto nel quartiere di Sultanahmet, dove le attrazioni sono vicine tra loro. Indossate scarpe comode e abiti leggeri, ma portate con voi una sciarpa o un cardigan per coprirvi quando visitate le moschee. Acquistare i biglietti prioritari per il Palazzo Topkapi e la Basilica di Santa Sofia può risparmiarvi molto tempo in fila, permettendovi di dedicare più tempo alla visita.

Siate consapevoli degli orari di preghiera nelle moschee, poiché durante questi momenti le visite turistiche non sono permesse. I momenti di preghiera sono cinque al giorno, con uno a metà giornata. Pianificate le vostre visite in modo da non incappare in queste chiusure temporanee. Portate con voi una mappa della città o scaricate un’applicazione di navigazione per aiutarvi a orientarvi tra le vie tortuose di Istanbul.

Infine, godetevi ogni momento senza fretta. Istanbul è una città che va vissuta con calma, assaporando ogni dettaglio. Lasciatevi avvolgere dalla magia e dal fascino di questa città straordinaria, dove ogni angolo racconta una storia.

 

Consigli pratici per una giornata perfetta a Istanbul

 

Attrazioni imperdibili e itinerari alternativi

Oltre alle tappe principali, Istanbul offre molte altre attrazioni che meritano una visita. Il Museo Archeologico di Istanbul, situato nei pressi del Palazzo Topkapi, è uno dei musei più importanti del suo genere. La sua vasta collezione include reperti provenienti da tutto il mondo antico, con pezzi che risalgono a oltre 5.000 anni fa. La visita al museo richiede almeno due o tre ore, ma ne vale la pena per gli amanti della storia.

Il Palazzo Dolmabahçe, situato sulle rive del Bosforo, è un altro luogo da non perdere. Questo palazzo, costruito nel XIX secolo, è un esempio di opulenza ottomana e presenta una fusione di stili architettonici europei e turchi. Con le sue sontuose sale decorate con ori e cristalli, Dolmabahçe vi offrirà un assaggio della vita di corte negli ultimi giorni dell’Impero Ottomano.

Se avete tempo, visitate la Moschea di Ortaköy, situata proprio sul Bosforo, e la Chiesa di San Salvatore in Chora, famosa per i suoi splendidi mosaici bizantini. Una crociera sul Bosforo è un’altra esperienza da non perdere. Questa escursione vi offrirà una prospettiva unica sulla città, permettendovi di ammirare le sue meraviglie architettoniche da una prospettiva diversa.

Esplorare il quartiere di Fatih vi permetterà di scoprire la ricca gastronomia locale. Fatih è conosciuto per i suoi ristoranti tradizionali e i mercati alimentari, dove potrete assaporare piatti autentici come il pide (pane turco ripieno) e il baklava. Passeggiando per le stradine di Fatih, troverete anche numerose botteghe di artigiani e negozi di spezie, che aggiungono un tocco di colore e profumo alla vostra visita.

 

 

Un giorno a Istanbul, anche se breve, può offrire un’esperienza indimenticabile. Pianificare bene il vostro itinerario e muoversi con agilità tra le principali attrazioni vi permetterà di cogliere l’essenza di questa città affascinante. Dalle meraviglie architettoniche di Sultanahmet ai vivaci mercati del Gran Bazaar, ogni momento trascorso a Istanbul sarà un viaggio attraverso la storia, la cultura e la bellezza di una delle città più straordinarie del mondo. Buon viaggio!

 

 

Possibile itinerario per crocieristi

Essendo in arrivo al porto con una nave da crociera, si presume che il punto di sbarco sarà a Karaköy o Galata. Da qui, potrete facilmente raggiungere le principali attrazioni di Sultanahmet, il centro storico di Istanbul, con i mezzi pubblici o a piedi.

 

Possibile itinerario a Istanbul per crocieristi

 

Ecco un itinerario possibile per sfruttare al meglio la tua giornata:

Mattina:

  • 9:00: Sbarco dalla nave da crociera e arrivo a Karaköy o Galata. Se hai tempo, puoi fare una breve passeggiata per ammirare il Ponte di Galata e la Torre di Galata.
  • 9:30: Prendi il tram T1 (direzione Kabataş) da Karaköy o la funicolare Tünel da Karaköy a Tünel per raggiungere Sultanahmet. Il viaggio dura circa 10 minuti.
  • 10:00: Visita la Moschea Blu, uno dei monumenti più iconici di Istanbul. L’ingresso è gratuito, ma le code possono essere lunghe, soprattutto durante l’alta stagione.
  • 11:30: Visita la Basilica di Santa Sofia, un’ex chiesa bizantina trasformata in moschea e ora museo. L’ingresso è a pagamento.
  • 13:00: Pranzo in un ristorante tipico del quartiere di Sultanahmet. Ci sono molte opzioni tra cui scegliere, da kebab a piatti di pesce.

 

Pomeriggio:

  • 14:30: Visita il Palazzo Topkapı, l’antica residenza dei sultani ottomani. Il palazzo è un complesso vastissimo con molti musei, giardini e padiglioni. L’ingresso è a pagamento.
  • 17:00: Fai una passeggiata lungo il Bosforo, lo stretto che divide la città in due parti. Puoi prendere un traghetto pubblico o una crociera privata.
  • 19:00: Cena in un ristorante sul Bosforo per goderti la vista panoramica della città illuminata.

 

Informazioni Turistiche

Sei alla ricerca di ulteriori indicazioni?
Vorresti un consulente che possa aiutarti nel costruire la migliore soluzione per il tuo viaggio?
Ti aiutiamo noi.
E lo facciamo in maniera totalmente gratuita! 

 

Consigli:

  • Se hai poco tempo, puoi concentrarti solo su alcune delle attrazioni principali, come la Moschea Blu, la Basilica di Santa Sofia e il Palazzo Topkapı.
  • Acquista la Istanbul Museum Pass se hai intenzione di visitare più di due musei. Ti permette di entrare gratuitamente in molti musei e monumenti della città.
  • Istanbul è una città molto affollata, soprattutto durante l’alta stagione. Preparati a lunghe code e a molta folla.
  • Abbigliamento: Per entrare nelle moschee, le donne devono coprire le spalle e le ginocchia. Gli uomini devono indossare pantaloni lunghi.
  • Valuta: La valuta ufficiale della Turchia è la lira turca (TRY). Puoi cambiare i tuoi soldi in banche, uffici di cambio e in alcuni negozi.

Informazioni utili un giorno a Istanbul

 

Informazioni utili:

Vuoi organizzare il tuo viaggio?

[addtoany]

Continua a viaggiare