www.sothra.it

il tuo limite è l’infinito

Viaggio a Bruxelles: cosa vedere e come divertirsi

Organizzare un viaggio a Bruxelles: cosa vedere e come divertirsi

Capitale d'Europa BruxellesLe grandi città europee sono ricche di meraviglie da scoprire e di esperienze da provare in tutti i momenti dell’anno. Per queste vacanze avete scelto come meta un viaggio a Bruxelles ma non sapete ancora cosa vedere e come muovervi all’interno di questa splendida Capitale d’Europa. Niente paura, grazie a questo articolo potrete conoscere i luoghi imperdibili e le tante attività da fare a Bruxelles!

Organizzare un viaggio a Bruxelles: le bellezze nascoste della Capitale d’Europa

Parlamento Europeo BruxellesBruxelles è la capitale del Belgio e di fatto centro politico dell’Europa. Essa accoglie al suo interno diverse istituzioni europee come il Parlamento, la Commissione e il Consiglio dell’Unione europea. Costellata di zone moderne e antiche, ad un primo sguardo può sembrare una meta turistica molto classica e poco originale, ma questo è un preconcetto da superare perché quest’antica e sorprendente città è stata spettatrice dello scorrere dei secoli e ha accolto regni, assistito a lotte di potere e dato i natali a personaggi celebri in tutto il mondo.

Cosa Vedere a BruxellesSecondo gli studi storici Bruxelles è stata fondata nel 979 ma il suo periodo d’oro si è rivelato essere il Medioevo, nel quale ha prosperato come importante snodo commerciale. Le numerose dominazioni straniere subite nei secoli hanno determinato modifiche strutturali e architettoniche della città, che oggi è così affascinante anche per questo. La seconda guerra mondiale ha causato molti danni ma le iniziative avviate nei decenni seguenti hanno permesso a Bruxelles di svilupparsi e diventare il più importante Comune della Regione Indipendente Bruxelles-Capitale, di essere capitale de facto dell’Unione Europea e di fondare la NATO.

La città offre molte bellezze e, se volete scoprire le più visitate e apprezzate, continuate a leggere l’articolo.

Cosa vedere a Bruxelles

I turisti che giungono in città si trovano di fronte a numerose attrattive. Talvolta risulta difficile scegliere cosa fare perché ci sono tappe storiche, artistiche, culturali, politiche e gastronomiche inserite nel centro storico e in altre zone della capitale. Se non sapete da dove iniziare, prendete spunto dalla lista che abbiamo preparato per voi.

Grand Place

Grand Place BruxellesPotete cominciare il vostro tour a Grand Place, la piazza più importante di Bruxelles. Patrimonio dell’UNESCO, attira ogni anno moltissimi visitatori ed è circondata da alcuni dei più preziosi monumenti della città. Parte del complesso architettonico più bello del paese, la Grand Place è una piazza che offre un panorama incredibile ed è per questo che si presta a bellissime fotografie e storie su Instagram. Visitandola, potete scorgere alcuni palazzi dall’estetica incredibile come l’Hotel de Ville, che è la sede del Comune, la Maison des Ducs de Brabant, la Casa del Re e le Pigeon, l’abitazione dove visse Victor Hugo. Da menzionare anche i numerosi festival e spettacoli che si tengono in tutte le stagioni in piazza e il colorato e favoloso tappeto di fiori che la copre quasi per intero nel week-end del 15 di agosto, ma solo negli anni pari.

Ilot Sacré

A poca distanza da Grand Place ci si può immergere nel quartiere Ilot Sacré, ricco di stradine, locali commerciali, antichi edifici e tante sorprese gastronomiche. L’atmosfera di questo luogo ha un fascino tutto suo, dove antico e moderno si mescolano, andando a formare un connubio ideale. Passeggiando potrete osservare dimore seicentesche e settecentesche, visitare le Gallerie Reali di Saint Hubert, ovvero le più antiche gallerie commerciali del mondo, e fare un salto al teatro delle marionette, una tappa particolare che non vi deluderà. Oltre a questo sono presenti numerosi caffè e locali dove assaggiare specialità locali in tutti i momenti della giornata. Ma di questo parleremo più avanti.

Cosa fare a BruxellesQuartiere Europeo

Come già detto, Bruxelles è la sede di molte istituzioni dell’Unione Europea e, se siete curiosi di scoprirle, non vi resta che recarvi presso il Quartiere Europeo. Zona tranquilla e residenziale, accoglie quattro piazze che possono aiutare ad orientarvi. Per osservare subito i palazzi che ospitano gli organi istituzionali europei, vi conviene cominciare dalla piazza Rond-point Schuman. Non perdetevi le bellissime architetture del Berlaymont, un edificio di 14 piani con una particolare pianta a “x”. Esso è la sede della Commissione Europea.

Ma il quartiere non è solo questo; camminando lungo la Place du Luxembourg e la Place Jean Rey, avrete modo di divertirvi grazie agli eventi gastronomici, ai locali giovanili e ai numerosi negozi per lo shopping.

Palazzo Reale

Palazzo Reale BruxellesTra i monumenti simbolo di Bruxelles vi è il Palazzo Reale, situato nello storico distretto di Kunstberg. Non è un edificio antichissimo perché è stato realizzato tra il 1820 e il 1934, mentre il parco che lo circonda è precedente, del 1776. Lo stile neoclassico colpisce per la sua bellezza elegante e sobria, ma che incanta per la sua maestosità. Essendo ancora oggi usato per eventi ufficiali legati alla Famiglia Reale, vi è possibile visitarlo solo in determinate occasioni, ovvero durante le vacanze dei Reali. Durante l’estate è più facile organizzare un tour ma, per evitare delusioni, informatevi prima presso un info point. Comunque gli esterni sono sempre aperti al pubblico e saranno in grado di lasciarvi a bocca aperta. Il verde dei giardini, i fiori e gli scorci sono stupendi e degni di essere scoperti.

Museo Magritte

Gli appassionati d’arte non possono mancare di fare un salto al Museo Magritte, il quale accoglie ben 200 oggetti legati al noto pittore surrealista, ideatore del celebre uomo con la bombetta, il cui viso è sempre celato da un oggetto o da un elemento naturale. La collezione è stata aperta al pubblico nel 2009 ed è situata all’interno del raffinato Hotel Altenloh, di proprietà dei musei reali. Le opere d’arte esposte sono donazioni e acquisti della moglie del pittore e dipinti provenienti dai Musei Reali delle Belle Arti del Belgio.

Esplorando la collezione suddivisa in tre piani potrete approfondire la carriera artistica del geniale Magritte e riconoscere opere note e creazioni sconosciute.

Manneken Pis

Manneken Pis BruxellesUn altro simbolo curioso e molto amato di Bruxelles è il Manneken Pis, ovvero una fontana decorata con la statuetta di bronzo di un puer mingens, ovvero un bambino intento a urinare. Situata nel centro storico della città, la fontana è probabilmente la più fotografata della capitale e ad essa si lega ad una curiosa leggenda. Una notte, durante gli assedi alla città da parte degli invasori, un bambino vivace che aveva urgenza di fare i bisogni, spense con l’urina la miccia nascosta dai nemici pronti a bruciare la città. Il gesto eroico e divertente garantì al bambino onore e una bella statua di bronzo nel centro storico. Quella che oggi potete vedere, che però non è l’originale. Quella vera è ben custodita al Museo della Città di Bruxelles.

Atomium

Atomium BruxellesL’ultimo monumento di questa lista, ma non certo l’ultimo che si può ammirare in città, è l’Atomium, ovvero una costruzione in acciaio realizzata per l’Expo del 1958. Composta  da 9 atomi di una cella unitaria e progettata da Waterkeyn, è visitabile grazie a scale mobili e permette di godere di una vista straordinaria della circondario.

Viaggiare in sicurezza

Il trasporto pubblico di Bruxelles è molto efficiente. Per visionare le mappe e gli orari, così da trovare le combinazioni più comode, potete visionare il sito della Società di Servizi dei Trasporti Pubblici di Bruxelles (STIB).

Bruxelles è una città molto attrezzata per quanto riguarda la sicurezza, soprattutto per via degli organi istituzionali europei che ospita. Nonostante ciò è importante stare sempre attenti ed evitare di esplorare da soli alcune zone frequentate da borseggiatori e persone poco raccomandabili, specialmente se siete turisti.

Non molto distanti dal centro storico vi sono Anderlecht e Molenbeek, due sobborghi densi di criminalità che è meglio non visitare. Fate attenzione anche quando vi trovate alle fermate dei bus e della metro; essendo molto affollate è facile per i ladri rubare i preziosi delle ignare vittime.

Per il resto, la città è visitabile tranquillamente sia di giorno che di sera, naturalmente seguendo comportamenti prudenti che fanno parte del senso comune.

Cosa mangiare a Bruxelles

Come già accennato, la capitale d’Europa propone una gran quantità di specialità tipiche in vari quartieri centrali della città. Tra street food e dolci, abbiamo deciso di svelarvi i cibi più gustosi e amati.

Patatine fritte

Ebbene sì, le famose e celebrate patatine fritte che si trovano in tutti i fast food del mondo e che sono amate da bambini e adulti, sono state inventate in Belgio. A Bruxelles le troverete dappertutto, soprattutto nelle zone affollate e presso i tipici chioschi che le vendono, i baraques à frites. Esse vengono presentate nella maniera più classica, nel cono di cartone da street food e naturalmente sono fritte due volte, per risultare croccanti fuori ma con un cuore morbido. Che dire di più, solo a parlarne fanno venire l’acquolina in bocca.

Cozze e patatine

Cosa mangiare a BruxellesLe patatine sono protagoniste anche di questo piatto un po’ particolare. L’accostamento con le cozze risulta vincente. Le cozze vengono stufate e insaporite con vari ingredienti che possono variare da locale in locale; in genere si usano cipolla, vino bianco, birra, pomodoro e aglio. Il servizio è originale perché i camerieri ve le porteranno in un pentolino di ghisa, accompagnate naturalmente dalle gustose fries.

Waffle

Come dolce a merenda il waffle è ideale. Questa cialda morbida e decorata con un motivo a nido d’ape, cotta tra due piastre specifiche per tale dolce e insaporita con i più svariati ingredienti, dalla panna alla frutta, è acquistabile in pasticcerie, bar e chioschi. Fatevi ammaliare dalla sua dolce bontà.

E per finire… il dolce cioccolato!

Cioccolato a BruxellesNon si poteva terminare questa carrellata di specialità gastronomiche senza aver menzionato il dolce che rappresenta il Belgio e Bruxelles: il cioccolato. Il paese da solo produce ben 725.000 tonnellate di questo prodotto ogni anno e, se avete il desiderio di rendere più gioiose le vostre giornate turistiche, visitate qualche cioccolateria e assaggiate le famose pralines e i truffles.

Bruxelles è una città che, come cuore d’Europa, accoglie al suo interno numerose tradizioni e culture, senza mai perdere la sua identità e valorizzando sempre il suo passato e il suo presente. Fatevi conquistare dalle sue mille sfaccettature e dalle sue bellezze nascoste.