Image default

Racconti di viaggio: Copenaghen, città fantastica!

Un viaggio a Copenaghen è un’esperienza davvero interessante. Capitale e città più popolosa della Danimarca,  è una delle città più affascinanti dell’Europa, si trova su un isola collegata alla Svezia tramite l’avveniristico ponte di Oresund.

Gli abitanti sono circa 1.100.000 e  le  religioni professate sono quella protestante e la luterana evangelica.
Copenaghen è una città fantastica, moderna, ospitale, verde, bici friendly, con tante attrazioni da vedere, percorsi gastronomici da provare, ideale per lo shopping.

La città è caratterizzata  da  basse  costruzioni circondate  da  gruppi  di edifici d’epoca di sei piani. Una caratteristica di Copenaghen, che la rende unica al  mondo,  è che fu la prima,  nel 1962, a  creare  una  zona pedonale chiusa alle automobili, così da mantenerla pulita da smog  e  tranquilla  da  rumori. Inoltre non è raggiunta dallo smog per  l’assenza  di  grandi impianti industriali nella zona.

Il mio viaggio a Copenaghen

Adoro Copenhagen perché è una città ordinata, pulita, vivace, dove la gente è ospitale e gentile, a tal punto gentile che in più occasioni, se mi son permesso di aprire una cartina geografica e provato a cercare di orientarmi, mi è capitato di trovarmi un danese che si fermava e mi offriva indicazioni. (In tutta Europa, una cosa del genere mi è capitata solo a Napoli).

Inoltre a Copenaghen c’è molta vita notturna, i locali rimangono aperti fino alle prime ore del mattino.

Se si va a Copenaghen ci sono alcune tappe che sono obbligatorie:

  1. La Sirenetta

La Statua della Sirenetta è considerata uno dei simboli della città di Copenaghen, posta a custodia del porto e realizzata per abbellirlo. Si dice che il fondatore della birreria Carlsberg andò una sera a teatro ad assistere allo spettacolo della Sirenetta e ne rimase talmente colpito da chiedere immediatamente all’artista Edward Eriksen di creare una statua raffigurante la bellissima sirena. Lo sculture si mise immediatamente al lavoro, prendendo sua moglie come modella e realizzò l’opera nel 1913. La statua della Sirenetta è una scultura bronzea alta 1,25 m e dal peso di 175 kg.

  1. Parco Tivoli

Questo è il più antico parco di divertimenti del mondo, dove storia e tradizione si intrecciano costantemente. Si tratta di un importante punto d’incontro per la gente del posto: famiglie con bambini, uomini d’affari in pausa pranzo, giovani che prendono parte ai concerti e anziani che passeggiano.

Quando sarete nei Giardini di Tivoli e vedrete i fuochi d’artificio, sentirete il profumo dei fiori e le note della musica rock, vorrà dire che a Copenaghen è proprio arrivata l’estate! Se invece volete provare l’ebbrezza delle attrazioni potrete salire sulle spettacolari montagne russe Deamon o fare un giro rilassante su delle piccole imbarcazioni.

  1. Il Castello Rosenborg

Il Castello di Rosenborg è uno dei più bei palazzi storici di tutta Copenaghen. Costruito in tipico stile rinascimentale Olandese, fu voluto da Cristiano IV che chiamò due famosi architetti dell’epoca, Hans van Steenwinckel e Bertel Lange per costruire la sua grandiosa residenza. Il castello fu ultimato nel 1606 ma, nei secoli successivi, fu ulteriormente ampliato. In realtà fu usato come residenza reale solo per ottanta anni fino al 1720. Dal 1833 infatti il castello e i suoi giardini sono aperti al pubblico.

Accanto al castello è possibile visitare l’Amalienborg Museum. Situato nel palazzo omonimo, è una vera e propria continuazione della collezione reale del castello di Rosenborg. Il Castello Amalienborg è dal 1794 la residenza ufficiale della famiglia Reale danese e simbolo della città. Il castello è costituito da quattro palazzi quasi perfettamente identici e ospita al suo interno il Museo omonimo che conserva oggetti preziosi appartenenti alle varie generazioni della famiglia reale. Il castello si affaccia sulla piazza dove tutti i giorni avviene il cambio della guardia.

  1. Castello di Kronborg

Il meraviglioso Castello di Kronborg a Elsinore, a 10 minuti di treno da Copenaghen è uno dei più importanti castelli rinascimentali del Nord Europa. Conosciuto in tutto il mondo per l’Amleto di Shakespeare, questo castello ogni anno è visitato da circa 200.000 persone, tra danesi e turisti provenienti da ogni parte del mondo. Nel 1580 re Federico II commissionò, insieme ad altri 113 re danesi, la manifattura di ben 40 arazzi, attualmente esposti in una delle sale del castello.

I bambini non si annoieranno grazie all’opuscolo di Kronborg, fatto su misura per i più piccoli. Si tratta di un librino ricco di puzzle e quiz sul castello. Per tutte le età invece la bellezza e la sontuosità della sala da ballo e una visita negli oscuri sotterranei dove si trova la statua dell’eroe nazionale Holger Danske. La leggenda racconta che in caso di pericolo l’eroe di pietra tornerà in carne ed ossa per soccorrere la patria.

  1. Strøget

Lo Strøget, il più lungo viale pedonale del mondo, corre attraverso il centro della città, tra Rådhuspladsen e Kongens Nytorv, una piazza che si trova all’estremità della pittoresca zona del canale Nyhavn.

  1. Nyhavn (porto nuovo)

Porto canale molto caratteristico anche per le sue casette colorate tutte occupate da ristoranti e bar. Tappa d’obbligo, sia per la visita di giorno che serale quando tutto è illuminato. Chiaramente è il luogo preferito per mangiare soprattutto la sera. Interessante fare il giro a piedi ma anche bello farci un tour con la barca che entra nel canale.

Luogo molto affollato ma sicuro, vastissima la scelta di ristoranti e bar con prezzi più o meno analoghi.

Altre notizie utili

Un viaggio a Copenaghen ti mette di fronte alla comodità della Moneta Unica. Qui, invece la Moneta ufficiale è la Corona Danese; 1 Euro corrisponde a circa 7,5 Corone.

La Copenaghen Card è la carta turistica ufficiale e permette di visitare fino a 60 musei, viaggiare gratis sui mezzi pubblici e ottenere sconti nelle attrazioni, negozi e ristoranti.

Se si prescinde dagli standard scandinavi, la Danimarca è certamente un paese costoso. In parte la responsabilità è da attribuire al 25% di tasse che è incluso in ogni prezzo, dalle camere d’albergo agli articoli dei negozi. D’altronde le spese dipendono anche da come si viaggia; un viaggio a Copenaghen o in Danimarca si può fare anche senza spendere una fortuna.

Il Copenhagen Jazz Festival, che si svolge in estate, è un evento annuale che è il risultato di una significativa scena jazz che è esistita per molti anni. Si sviluppò notevolmente quando un certo numero di musicisti jazz americani andarono a vivere a Copenaghen nel 1960. Parliamo di nomi come Ben Webster, Thad Jones, Richard Boone, Ernie Wilkins, Kenny Drew, Ed Thigpen, Bob Rockwell e Link Wray.

Consiglio a tutti di andarci almeno una volta…

Potrebbe interessarti...