www.sothra.it

il tuo limite è l’infinito

Viaggio in Guatemala Parte 2 – Antigua, Coban, Tikal, Flores, Chichicastenango e Atitlan

Scoprire il Guatemala non finisce mai

Viaggiare in Guatemala coi nostri consigli… che meraviglia! Nella prima parte (QUI)vi abbiamo parlato di Guatemala city, dandovi delle dritte su come viaggiare sicuri. Ora passiamo a presentarvi altri luoghi meravigliosi da vedere in Guatemala.

QUI invece trovate il nostro primo articolo sulle vacanze in Guatemala. Enjoy!

Antigua

Fondata nel XVI secolo, la città di Antigua (all’epoca chiamata Santiago de los Caballeros) fu per 200 anni la capitale coloniale spagnola di tutta l’America Centrale. I colori pastello, le chiese e i palazzi ben tenuti, case basse, il tutto circondato da ben tre vulcani. Come guardiani giganti, essi sorvegliano questo splendido gioiello che ancora oggi è considerata la città coloniale spagnola meglio conservata di tutta l’America Centrale. Il nome si rifà ad un terremoto catastrofico (i terremoti di Santa Marta) che provocò gravi danni alla città e costrinse a spostare la capitale nell’attuale Guatemala City. Da questo evento nacque il nuovo nome della città come la “Antigua” Guatemala. Immergiamoci alla scoperta di questo splendido scrigno di tesori nominato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco.

Antigua la storica Santiago de los Caballeros

Cattedrale di Santiago

Le principali attrazioni di Antigua

Il Plaza (Parque Central)

Come in tutte le città coloniali il fulcro è la piazza principale, il Parque Central è il cuore di Antigua, al centro, la bellissima “Fuente de las Sirenas“. Ai suoi lati, strutture coloniali, come la “Catedral de San Jos” (fiancheggiata dalle rovine della vecchia “Catedral Primada de Santiago de los Caballeros”), il “Palacio Real de los Capitanes Generales” (l’ex quartier generale del il governo spagnolo per tutta l’America centrale). E ancora “Palacio del Ayuntamiento” (il municipio), il “Portal de las Panaderas” (con edifici storici e case antiche) e il “Museo de Santiago de los Caballeros” (il museo locale ). Il famoso “Arco de Santa Catalina” e l’imponente “Iglesia de la Merced” si trovano a pochi passi di distanza.

Antigua GuatemalaCattedrale di Santiago

Antigua è piena di edifici in rovina dopo i terremoti del XVIII secolo. Dopo il terremoto costruirono una nuova cattedrale con una splendida facciata e altare e si può accedere dalla piazza principale. Se vi recate nella zona retrostante avrete la possibilità di contemplare le rovine di quella che fu la Antica cattedrale, totalmente distrutta dal terremoto del 1773, ma che permettono di comprendere la bellezza e l’imponenza di quella che era stata pensata come la principale chiesa di tutto il Guatemala.

Arco de Santa Catalina

il simbolo di Antigua è senza ombra di dubbio l’ arco di Santa Catalina. È l’icona della città ed in parte anche del Guatemala coloniale. È quel che resta di un convento del ‘600, che consentiva alle suore di attraversare la strada, dal convento alla scuola, senza essere viste. La foto in prospettiva del vulcano sotto l’arco è un must da non perdere, zona consigliata anche per la sera con molti localini e ristoranti.

Viaggio in Guatemala - AntiguaLa Merced

La Merced è considerato uno dei migliori esempi esistenti dello stile barocco. Molti credono che sia miracoloso che la chiesa sia sopravvissuta relativamente intatta attraverso molti secoli di terremoti. La facciata si presenta di un delizioso colore giallo con “merletti” bianchi che sembrano ricamati. Nel chiostro, troverete una fontana grandissima a forma di ninfea che si ammira al meglio dal piano superiore assieme a magnifici scorci sulla città ed i vulcani che la circondano.

Vulcano Acatenango

Posto strepitoso! Vi consigliamo di salire sulla vetta: è un’esperienza faticosa e unica. È consigliata buona forma fisica e che siate abituati a far trekking. Inoltre dovrete avere delle scarpe adeguate perché il terreno è scivoloso. Vi consigliamo anche le racchette da trekking e un bastone. Vi invitiamo a prenotare con operatori locali, tra i migliori c’è la Gilmer Soy: vi prelevano in albergo la prima mattina e con un percorso trekking e soste ogni 20/30 minuti arrivate fino a 3600 metri di quota, cena e pernottamento in tenda (se siete fortunati avrete la possibilità di godere del rombo e delle fontane di lava del Volcan de Agua). La mattina dopo ammirerete una delle albe più belle della vostra vita, con il sole che sorge alle spalle del vulcano.

Vulcano Pacaya

Uno dei vulcani attivi del Guatemala. La salita di circa 90 minuti è abbastanza faticosa. Per chi vuole c’è la possibilità di salire a cavallo, uno volta arrivati in cima, oltre che godere di un bellissimo panorama di Antigua e dei 3 vulcani che la circondano, potrete contemplare i segni dell’attività vulcanica e cuocere i marshmallows con il calore che esce dalle fessure della roccia. Se cercate operatori locali che organizzano servizi potete rivolgervi a Guatemala Adventure .

Antigua viaggio in guatemalaCerro de la Cruz

Visitare Antigua e non vivere l’esperienza della salita sul Cerro de la Cruz, per godervi il panorama della città dall’alto, sarebbe un peccato grave. Si tratta di un promontorio, circa 20 minuti di salita, dal quale potete ammirare la città e, dettaglio non da poco, lo sfondo del “Volcano de Agua” che si staglia maestoso alle spalle della città, senza contare anche gli altri due vulcani comunque visibili. Se siete tipi “poco atletici” c’è il servizio taxi che mi accompagna fin sopra il promontorio. Consigliabile il tardo pomeriggio, con visione della città al tramonto.

Chiesa di San Francesco

Chiesa del 1500, come tutti gli edifici storici di Antigua porta le evidenti ferite dei catastrofici terremoti che hanno caratterizzato l’area. E’ una chiesa barocca sicuramente da visitare ma non aspettatevi uno scrigno d’arte. La vera particolarità della chiesa di San Francesco, oltre la presenza della tomba del missionario Pedro de San Josè de Bethencourt, è la devozione per Hermano Pedro, canonizzato nel 2002 e qui sepolto. Ciò rende questa chiesa meta continua di pellegrinaggi. Se volete visitare una chiesa “del popolo” allora questa è la chiesa che fa per voi. Persone che percorrono tutta la chiesa in ginocchio, ex voto un po’ ovunque, folla durante le celebrazioni, ambienti anche leggermente puzzolenti, che vi permetterà una immersione “vera” nella fede e cultura locale.

Arco de Santa Catalina e Volcan de AguaVolcan de Agua

Non è una escursione consigliabile a tutti. Ci sono circa 5 ore di sentiero sterrato per raggiungere il 3770 metri di altitudine, Ma verrete ripagati da uno spettacolo eccezionale sia per quel che riguarda il vulcano in sé, sia per il panorama che si gode dall’alto, senza contare la visione del vulcano Santiaguito che essendo più basso permette di vedere anche la bocca interna. Sconsigliata l’escursione in autonomia.

Museo della Casa e del Tessuto

Il Museo si trova in un ambiente molto tranquillo, nelle vicinanze del villaggio di Aguas Calientes (circa 30 minuti da Antigua), noto in Guatemala per la qualità dei tessuti, è rustico ma autentico con un’incredibile collezione di tessuti guatemaltechi, inoltre per chi volesse è possibile partecipare ad una lezione di tessitura. Per info clicca qui.

Street Market

Più grande di quanto sembra, potrete acquistare tutto in questo mercato, ma la maggior parte degli avventori sono stranieri interessati ai prodotti artigianali e souvenir. Rumoroso e colorato proprio come un classico mercato locale dovrebbe essere. I venditori non sono insistenti e ricordate che se volete uno sconto sul prezzo richiesto vi toccherà fare un po’ di trattativa.

Viaggio in Guatemala - AntiguaCaoba Farms

Fattoria biologica, a circa 10/15 minuti dal centro città, con servizio navetta dal centro di Antigua, è il classico luogo dove poter passare un po’ di tempo tra buon cibo, artigianato locale e splendidi giardini e terreni con frutti delle coltivazioni locali. Il sabato è presente un piccolo e carino mercato degli agricoltori locali. Clicca qui per info.

Choco Museo

Grazioso museo, molto interessante, con workshop sulla preparazione della cioccolata, con la possibilità di apprendere il metodo originale Maya. Annesso vi è un negozietto dove poter acquistare i classici prodotti locali legati al mondo del cioccolato e del caffè. Turistico ma da non perdere. Clicca qui per conoscere le proposte del museo.

Guatemala da scoprireCoban

Incastonata tra le foreste pluviali e le lussureggianti montagne del Guatemala, la città di Coban, capitale della regione centrale dell’Alta Verapaz, è il riferimento ideale se desiderate immergervi e contemplare la lussureggiante bellezza del Guatemala. La città nasce come insediamento Maya, divenendo poi possedimento spagnolo ed in seguito tedesco. Le principali attrazioni sono:

Templo El Calvario

Chiesa di inizio 19° secolo, con una bella facciata e, trovandosi su una collina a ridosso della città, con un piacevole panorama. La scala per raggiungere la chiesa, è formata da gradini, circa 130, abbastanza ampi e ripidi, quindi, preparatevi psicologicamente e fisicamente. Lungo il percorso potrete contemplare varie cappelle che i pellegrini hanno edificato lungo il percorso che porta alla Chiesa. Come tutti i contesti religiosi guatemaltechi, anche questa chiesa ha subito l’influenza della cultura Maya e spesso per noi Europei, nello stile della preghiera, ci si sente abbastanza spiazzati ma, è giusto ricordare che, prima dell’arrivo di noi europei, qui vivevano esclusivamente popolazioni Maya. Dopo il tramonto è preferibile evitare la zona, in Guatemala non tutti sono rispettosi dei luoghi religiosi e dei turisti.

Catedral de Santo Domingo

Ciò che rende particolare la chiesa di Santo Domingo, oltre ad essere la principale chiesa cattolica della città, è la imponente facciata, totalmente imbiancata, con una imponenza fuori dal comune. Costruita nel XVI secolo, ha subito vari rimaneggiamenti, ciò non toglie che una visita, che preveda anche la visione della collezione di arte religiosa che ospita, è consigliabile.

Parco Nazionale Las Victorias

Nasce come fattoria di un produttore di caffè belga che, dopo averla aperta al pubblico, ha ricevuto il riconoscimento di Parco nel 1980. In questa riserva naturale, chilometri di percorsi tra pini ed eucalipti, potrete ammirare i falchi volare sopra di voi e osservare armadilli, gatti selvatici e scoiattoli che vi scorrazzano intorno. Tutte le strutture sono in legno, anche i giochi per i bambini, nel pieno rispetto dell’ecosostenibilità. Per maggiori info sul parco clicca qui.

Biotopo del Quetzal

Una bella passeggiata all’interno di una foresta subtropicale umida, con sentieri ben tenuti, natura rigogliosa e circa 50 specie differenti di alberi. Ufficialmente istituita come Area Protetta nel 1976. C’è la possibilità di osservare la fauna selvatica e, con un po’ di fortuna, la possibilità di avvistare il Quetzal, uccello nazionale del Guatemala. Vi sono due diversi tipi di sentieri che devono essere percorsi da chi visita il luogo. Il Sentiero delle Felci con un’estensione di 1.800 metri e il Los Mosgos Trail, che ha un’estensione di 3.600 metri. Lungo ambedue i percorsi potete trovare varie cascate. Allungando la passeggiata c’è la possibilità di arrivare al Salto de Chilasco, la cascata più alta dell’America centrale.

Orquigonia

E’ un particolarissimo centro di recupero e conservazione delle Orchidee, si trova all’interno di una foresta di montagna a circa 1500 metri sul livello del mare. Ci sono ben 9 postazioni dedicate all’orchidea in tutte le sue manifestazioni, oltre alla possibilità di contemplare la Monja Blanca (suora bianca) del Guatemala, fiore nazionale guatemalteco. Inoltre, sempre all’interno del giardino botanico, possibile contemplare le varie specie botaniche tipiche del Guatemala oltre allo spettacolo di un giardino aperto delle farfalle. Clicca qui per saperne di più.

Finca Sacmoc

Tre cascate spettacolari, una delle quali esce direttamente da una grande caverna calcarea. L’acqua è cristallina con tonalità turchesi, davvero spettacolare, c’è una varietà di sentieri escursionistici, piscine profonde dove è possibile nuotare, numerose piccole cascate e una foresta di pianura ben conservata. La foresta è abitata da molti mammiferi e rettili. Per saperne di più clicca qui.

Sito Unesco di Tikal GuatemalaTikal

Se scegliete di viaggiare in Guatemala non potete escludere dal vostro itinerario il sito di Tikal, uno dei principali centri Maya. Il sito archeologico, sito Unesco dal 1979, è ben conservato e totalmente immerso nella vegetazione della giungla del Peten. Quattro templi principali, di cui il numero IV assolutamente da non perdere, anche se è il più faticoso, ma con un panorama unico da farvi mozzare il fiato. Da tenere ben presente che il sito è vasto e, tra un tempio è l’altro, ci sono passeggiate di circa 15/20 minuti, durante le quali si possono scorgere scimmie ragno, tucani, scimmie urlatrici, uccelli di vario tipo e altri animali ancora. Tutti i templi hanno scale che permettono l’ascensione, chiaramente c’è da fare molta attenzione, specialmente se piove, non sono rari gli incidenti. La Gran Plaza di Tikal, specialmente se ci si arriva in un pomeriggio di sole, quando i due templi che la dominano si stagliano contro il cielo blu, crea una scenografia spettacolare, splendidamente incorniciata dalla foresta.

Consiglio: quando salite sui templi, sedetevi e godetevi il momento e non perdetevi lo spettacolo del tramonto, vale tutto il viaggio.

Flores

Piccola isola sul lago Petén Itzà, deve la sua notorietà all’essere divenuta, nel tempo, base di partenza per le escursioni alla ben più famosa Tikal. Particolarmente graziosa, con i suoi edifici colorati, terrazze con vista mozzafiato e un’atmosfera semplice e rilassata. Collegata alla terra ferma da un pontile vi consigliamo una passeggiata tra i suoi vicoletti acciottolati alla scoperta delle sue botteghe artigiane e dalla calda accoglienza locale.

Viaggio in Guatemala - ChichicastenangoChichicastenango

Immaginate un mercato, affollato, caotico, con un mix di aromi (non sempre profumati), venditori assillanti e merce locale esposta ovunque, questa è la città di Chichicastenango. L’apoteosi del colore guatemalteco, in tutte le sue sfaccettature, dalle donne vestite nei loro tipici abiti locali, all’artigianato e i tessuti locali, acquistabili esclusivamente previa trattativa sul prezzo. Chichicastenango, con i suoi colori ineguagliabili, è tappa imprescindibile se visitate il Guatemala. Su un lato del mercato la chiesa di San Thomas, con i venditori di fiori sistemati sugli scalini della chiesa, che offre una immagina davvero affascinante. Consiglio: il mercato dell’ortofrutta è su due livelli, salire al piano superiore vi permetterà di osservare il mercato dall’alto, altra immagine da non perdersi.

Viaggio in Guatemala Chichicastenango

Lago Atitlan

Quando Alexander Von Humboldt lo vide, arrivò a definirlo “il più bel lago del mondo”, e non aveva torto. Il lago Atitlan è sicuramente uno degli specchi d’acqua più belli al mondo, ciò è dovuto alla sua conformazione, trattandosi di una caldera di origine vulcanica formatasi 84.000 anni fa, profondo oltre 300 metri e circondato da ben 3 vulcani (Atitlan, Toilman e San Pedro). Il tutto rende lo spettacolo unico e indimenticabile. Il lago si estende su una superficie complessiva di circa 127 km quadrati e ospita, sulle sue rive, numerosi villaggi di una popolazione ancora fortemente legata alla cultura Maya. Ogni villaggio ha la sua particolarità e sono collegati tra loro da un servizio molto economico di barchette a motore, da non perdere i tre principali centri: Panajachel, l’omonima Atitlan e San Lucas. Da non perdere la Riserva Naturale del Lago Atitlan, clicca qui per ulteriori dettagli.

Viaggio in Guatemala - Lago Atitlan

Viaggiare in Guatemala vi arricchirà così tanto che non potrete mai più dimenticare questi luoghi favolosi. Speriamo che i nostri consigli vi abbiano invogliato a visitare il Guatemala e tutte le sue bellezze e ci auguriamo che farete tesoro dei nostri consigli!

BUON VIAGGIO!