Image default

Porto è una città celebre per l’omonimo vino pregiato e liquoroso, capace di conquistare ogni palato, ma sapevi che questa località è ricca di bellezze e sorprese che non hanno nulla da invidiare alle più apprezzate mete turistiche europee? Se desideri visitare il Portogallo, prenditi qualche giorno per girare la splendida Porto e scoprire perché fa innamorare veramente tutti.

Cosa vedere nella città di PortoConosciuta come “capitale del Nord”, in contrapposizione con Lisbona, il suo legame con l’acqua è definito dal suo stesso nome, in spagnolo “Oporto”, che significa appunto porto. Si affaccia sulla riva del fiume Duero, non molto distante dall’Oceano Atlantico, e regala ai suoi visitatori tutta la magica atmosfera di una caratteristica località portuale mista all’eleganza e alle attrattive di una città moderna e giovanile. Per non perderti nulla è importante segnarsi cosa fare e cosa vedere. Se non sai da dove cominciare, non temere perché sei nel posto giusto.

Continua a leggere l’articolo per saperne di più.

Cosa vedere a Porto

Le tappe da visitare a Porto sono numerose ma tutte imperdibili. Per questo abbiamo deciso di elencarti i migliori luoghi che non puoi mancare di vedere.

1.   La Ribeira

Il quartiere Ribeira a PortoLa Ribeira è il quartiere più celebre e visitato della città ed è un buon punto di partenza per il tuo tour. Affacciato sulla sponda del Duero, si esplora percorrendo viuzze in discesa circondate da caratteristiche case colorate e decorate con gli azulejos, le piastrelle ornamentali in ceramica smaltata che si possono trovare in tante località della Spagna e del Portogallo. A La Ribeira puoi trovare tante botteghe artigianali e negozi originali dove poter acquistare souvenir unici e di qualità. Non puoi mancare infine di fare un’escursione sul fiume sopra una barca rabelo, ovvero una tipica imbarcazione del posto usata per trasportare le botti di vino, i carichi di legno e le persone.

2.   Ponte Dom Luis I

Ponte Dom Luis PortoGiungendo al fiume non può sfuggirti agli occhi il ponte ad arco e in ferro Dom Luis I, considerato il simbolo di Porto. Esso parte da La Ribeira e collega le due sponde del Duero e dalla fine degli anni ‘90 è entrato nella lista dei siti considerati patrimonio UNESCO. La sua struttura ricorda vagamente la Torre Eiffel e questo non è un caso perché il suo costruttore, Theophile Seyrig, era l’ingegnere collaboratore di Gustave Eiffel.

3.   Chiesa di San Francesco

Chiesa di San Francesco PortoCome tante altre mete europee, Porto ospita numerosi luoghi di culto che raccontano la storia antica della città e le sue tradizioni religiose. Nella parte ovest del quartiere La Ribeira puoi trovare la chiesa di San Francesco, conosciuta come Igreja de São Francisco; essa è una costruzione del XIV secolo in stile gotico che sulla facciata presenta un caratteristico rosone e un portale barocco che accoglie la scultura di San Francesco d’Assisi. Se l’esterno, seppur elaborato, ha colori sobri e pacati, l’interno è un susseguirsi di elementi preziosi. Le parti in legno sono state rivestite in oro con una tecnica particolare, la talha dourada, che lascia ancora oggi i visitatori a bocca aperta.

4.   Cattedrale di Porto

Restando in tema religioso, è necessario menzionare la Cattedrale di Porto, il luogo di culto più importante della città. Realizzata nel XII secolo per volere del primo vescovo del luogo, ha una struttura molto simile ad una fortezza, con due torri campanarie ai lati. L’interno accoglie un pregiato altare barocco e, anche se meno sontuosa della Chiesa di San Francesco, il chiostro gotico e gli azulejos che raccontano la vita della Madonna sono sicuramente da vedere. Bellissimo anche il panorama di cui si può godere dalla piazza antistante la cattedrale, che è situata su un’altura.

5.   Casa da Musica

Casa della Musica PortoPorto è una meta dalle mille sfaccettature, in grado di soddisfare ogni tipo di turista. Dopo aver visitato parte della zona storica, puoi recarti nei quartieri più moderni e andare a vedere Casa da Musica, la più importante sala concerti della città. Essa ospita l’Orquestra Nacional do Porto, l’Orquestra Barroca e il Remix Ensemble ed è stata costruita in occasione della candidatura di Porto a Capitale Europea della Cultura 2001. Tappa obbligatoria per ogni amante della musica, è visitabile in parte anche senza biglietto.

6.   Libreria Lello & Irmão

Libreria Lello e Irmao PortoLa Livraria Lello & Irmão è considerata una delle più belle librerie del mondo ed è visitata da numerosi turisti in cerca di libri particolari o semplicemente curiosi. La sua unicità risiede nell’affascinante architettura. Situata lungo Rua das Carmelitas, è stata progettata dall’architetto Francisco Xavier Esteves e la sua fondazione risale al 1869. Facciata e interni presentano l’unione di differenti stili eclettici e affascinanti e si può riconoscere il liberty e il gotico. La libreria è diventata particolarmente famosa e frequentata grazie a Harry Potter. L’autrice infatti ha rivelato di aver preso ispirazione dalla sua architettura per realizzare alcune ambientazioni presenti nella celebre saga fantasy. Ricorda che l’ingresso è a pagamento ma la visita vale il biglietto.

7.   Stazione di São Bento

Stazione di Sao Bento PortoPare strano inserire una stazione come tappa fondamentale del tuo tour a Porto, ma la stazione di São Bento è da considerarsi a tutti gli effetti una meta artistica e di notevole bellezza. Al suo interno infatti puoi ammirare una meravigliosa decorazione realizzata con oltre ventimila azulejos bianchi e blu che ricoprono i 42 metri di lunghezza della sala principale. L’opera d’arte narra la storia del Portogallo e mostra raffigurazioni di battaglie, eventi importanti e anche scene di vita popolare, per non parlare della storia dei mezzi di trasporto, compresa l’invenzione della ferrovia. Situata nel centro di Porto, non lasciarti sfuggire questa bellezza cittadina perché troppo impegnato a prendere il treno. Ma, nel caso dovessi prendere il treno, potrai consultare sul sito ufficiale tutti gli orari.

E a proposito di trasporti, continua a leggere per scoprire come muoverti velocemente e in sicurezza in città.

Come arrivare a Porto

Muoversi a Porto come organizzarsiMolte località sono esplorabili a piedi ma se hai poco tempo a disposizione e hai bisogno di muoverti da una parte all’altra della città, è necessario avere un’idea chiara di come funziona il sistema di trasporto.

Prima di tutto è importante menzionare che questa meta è facilmente raggiungibile dall’Italia ed è possibile organizzare anche un viaggio low cost grazie ai numerosi voli che partono dalle principali città italiane come Roma, Milano e Napoli.

Come muoversi a Porto

Navigazione fiume DouroPorto è una città a dimensione umana, molti luoghi turistici possono essere raggiunti facilmente a piedi. Per molti altri sono necessari i mezzi pubblici.

L’aeroporto è collocato non molto distante dal centro cittadino, a circa 10 km, ed è ben collegato ad esso dalla metropolitana..

Proprio quest’ultima è una dei principali mezzi di trasporto della città, dotata di 6 linee e 81 stazioni e aperta dalle 6 di mattina all’1 di notte. I biglietti hanno un costo di 1,20 euro ma, se hai intenzione di usarla frequentemente, puoi acquistare la Porto Card o l’Andante Tour (troverete i punti vendita in aeroporto e in molte stazioni) per evitare l’acquisto ogni volta e risparmiare. Oltre che sull’acquisto dei biglietti, anche per ottenere sconti sui biglietti di ingresso a moltissime attrazioni. Qui troverete copia della mappa con le attrazioni convenzionate.

La metropolitana è moderna e sicura ma, come tutti i mezzi di trasporto nelle grandi città, è importante fare attenzione ai borseggiatori. Molte volte sono proprio i turisti ad essere presi di mira dai ladri perché distratti o impegnati a memorizzare e riconoscere i luoghi utili. Per qui, se hai qualcosa di prezioso addosso oltre ai documenti, cerca di tenere tutto molto nascosto e sempre sott’occhio, in modo da evitare spiacevoli sorprese.

Il Tram – Nella città solo una decina di tram restano attivi, ma non smettono di avere il loro fascino.

Per semplificare il collegamento tra la Ribeira, sulla riva del fiume, e il quartiere di Batalha, situato nella zona alta di Porto già alla fine del 1800 fu costruita una funivia.

L’autobus è il mezzo meno consigliabile a Porto. Tra borseggiatori e autisti che guidano come piloti di rally, l’esperienza in bus è la più sconsigliabile. Ma, di fatto, alcuni luoghi, come le cantine di Vila Nova de Gaia sono raggiungibili esclusivamente da bus. O taxi chiaramente più costosi.

Se hai intenzione di allontanarti e magari visitare i dintorni della città come gli interessanti vigneti, puoi optare per il noleggio di un’auto o affidarti in alternativa a una visita turistica organizzata.

Per ultimi vi segnaliamo i Rabelos, tradizionali barche utilizzate in passato per il trasporto delle botti di vino Porto. Oggi vengono utilizzati per crociere turistiche lungo il Duero, esperienza consigliata.

Infine, se ami camminare e non ti spaventa fare qualche chilometro, puoi visitare le principali tappe turistiche della città a piedi e goderti il panorama in vari momenti della giornata.

Cosa provare a Porto

La trippa di PortoOltre alla cultura, all’arte e alla religione, Porto offre ai propri visitatori una gran varietà di piatti tipici e gustosi da provare assolutamente. Passeggiando per la Ribeira o tra le vie del centro storico, fermati in qualche locale tipico o presso un bar e assaggia qualche buon piatto mentre ammiri il panorama circostante.

Un pranzo abbondante ed energizzante non può mancare di una saporita tripas à moda do Porto, ovvero la trippa tipica della città. Piatto legato alla cucina povera, è preparato con più tagli di carne come vitello e pollo, la salsiccia di maiale affumicata, i legumi e naturalmente le frattaglie di bovino. Una curiosità è che gli abitanti di Porto sono soprannominati “tripeiros”, ovvero mangia trippa.

Se preferisci pietanze a base di pesce, puoi provare il polvo com molho verde, un secondo preparato con piovra bollita insaporita con un trito di aglio, cipolla, uova sode, olive e prezzemolo. Un piatto da provare durante le sere d’estate in qualche ristorante caratteristico.

Baccalà di PortoGli amanti del finger food e del cibo di strada possono invece gustare le polpette di baccalà, conosciute come i bolinhos de bacalhau e proposte anche dalla tradizione italiana. Il composto contiene oltre al pesce le patate, le uova, le cipolle e il prezzemolo. Da gustare calde, non riuscirai a farne a meno.

Se sei un turista frettoloso e appassionato di panini, Porto non ti lascia a bocca asciutta. Fatti preparare la francesinha, una specialità locale realizzata con pane tostato e una farcitura di manzo, salsiccia, prosciutto e linguiça piccante, il tutto ricoperto da formaggio fuso. Il piatto può essere accompagnato da patatine fritte e una salsa molto gustosa.

Porto il liquore di OportoNaturalmente non puoi mancare di assaggiare almeno una volta il famoso Porto, magari come accompagnamento durante una cena galante o tra amici.

Porto è una città affascinante e ricca di sorprese che saprà farti innamorare con i suoi edifici, i suoi eventi, la sua storia e la sua modernità. Per ulteriori informazioni consulta il sito ufficiale Visit Porto. Lasciati conquistare dalla sue bellezze e preparati ad un viaggio indimenticabile.

Potrebbe interessarti...